Partecipare all’evento è un’ottima opportunità per scoprire e vivere i territori del Gran Sasso e dei Monti della Laga da protagonista. Entrare in contatti con il luogo, connettersi con l’ambiente, con gli spazi e con le persone del territorio saranno le caratteristiche distintive dei vari tour. Immergersi completamente nel territorio sarà un’esperienza plurisensoriale unica nel suo genere.

Il Gran Sasso è la montagna d’Abruzzo per eccellenza, con la maestosità delle sue vette, le più alte dell’Appennino, che culminano nel Corno Grande con i suoi 2.912 m s.l.m., nel Corno Piccolo, nel Pizzo d’Intermesoli e nel Monte Camicia. Ospita il ghiacciaio del Calderone, l’unico dell’Appennino nonché il più meridionale d’Europa, ed è affiancato a sud dall’altopiano di Campo Imperatore, una sterminata landa carsica d’alta quota (fra i 1.600 e gli oltre 2.000 metri s.l.m.).

Il suo territorio ha caratteri prettamente montani ed è costituito da due distinti gruppi montuosi: il massiccio del Gran Sasso d’Italia e il gruppo ad esso soprastante, i Monti della Laga.

Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga racchiude il gruppo del Gran Sasso, quello della Laga e i Monti Gemelli.

Il paesaggio dei Monti della Laga è diverso dal Gran Sasso. Esso si presenta più verde, più boscoso, più ricco di acqua.
I Monti della Laga costituiscono, infatti, un gruppo montuoso unico in Appennino per sue caratteristiche geologiche. Infatti il nome stesso delle montagne deriva dalla loro struttura litologica che prende il nome di “formazione della Laga”. A differenza della gran parte delle altre montagne appenniniche, compreso il Gran Sasso, le rocce della Laga, costituite da arenarie più o meno dure, hanno la caratteristica di essere impermeabili. Il paesaggio dei Monti della Laga è ricco di rapidi ruscelli, ripidi torrenti, spettacolari cascate.
E’ impossibile non restare affascinati da questi paesaggi!